Il punto sul campionato inglese

Il City ritrova la vittoria e la vetta del campionato inglese

Dopo i recenti passi falsi inaugurati con la sconfitta in Champions League ad opera della Juventus, il Manchester City rialza la testa e batte con un risultato tennistico (6-1) il malcapitato New Castle, fanalino di coda del campionato inglese con soli 3 punti.

Mattatore dell’incontro è stato, manco a dirlo, il Kun Aguero, un giocatore senza il quale il City ha dimostrato di non saper graffiare l’avversario di turno.

Nel match di sabato, Aguero ha realizzato la bellezza di 5 reti, mandando in visibilio un pubblico che aveva mal digerito le sconfitte contro West Ham e Tottenham, che avevano visto una squadra abulica e depressa, rea di aver scoperto i propri limiti dopo un avvio di stagione incoraggiante.

La vittoria di sabato sembra aver offerto un’iniezione di fiducia, oltre che di soddisfazione per aver riagguantato la vetta della classifica sottraendola ai cugini dello United, travolti da un Arsenal in stato di grazia.

L’Arsenal spazza via in 20 minuti uno United a ritmi alterni

A riconsegnare ai Citizens la testa della classifica del campionato inglese, è stata la sconfitta bruciante del Manchester United a Londra, affondato dalla doppietta di Sanchez e dalle giocate di Ozil, che in un colpo solo hanno allontanato i fantasmi delle terribili sconfitte di Champions e hanno agganciato il secondo posto in coabitazione con i Red Devils.campionato-inglese-loghi

L’Arsenal aggredisce fin dai primi secondi gli avversari costringendoli per un tempo intero nella propria metà campo e facendo traballare ancora una volta una panchina, quella di Van Gaal, che in 2 stagioni non è mai parsa molto stabile.

Profondo rosso Chelsea

Chi non può dormire sonni tranquilli è José Mourinho, alla sesta sconfitta stagionale e con un quartultimo posto che a tanti altri allenatori sarebbero già valsi l’esonero.

L’ultima debacle ha il sapore della figuraccia: un 1-3 casalingo che ha mostrato enormi limiti tattici e mentali, al cospetto di un Southampton nel quale ancora una volta si è messo in mostra quel Graziano Pellé che coltiva apertamente il sogno di giocare gli Europei.

L’italiano mette a referto un gol e un assist che rappresentano l’ennesima spallata alla panchina di Mourinho, che dovrà approfittare della sosta per restituire energie fisiche e mentali ai propri giocatori ed allontanare un destino simile a quello occorso a Rodgers e Advocaat, ormai ex manager di Liverpool e Sunderland.

Esoneri di lusso ed exploit inaspettati

Brendan Rodgers saluta la panchina del Liverpool dopo il pareggio con l’Everton e l’ennesima prestazione opaca dei suoi.

L’obiettivo principale dei Reds si chiama Jurgen Klopp, che potrebbe sedere sulla panchina del Liverpool già a partire dal 17 ottobre, in occasione della gara con il Tottenham.

Nei giorni scorsi, Klopp aveva lasciato intuire di voler restare senza incarichi fino al termine della stagione, nell’ottica di un possibile avvicendamento con Guardiola alla guida del Bayern Monaco, i cui vertici non hanno mai nascosto la stima per il tecnico tedesco.

Le vere sorprese del campionato inglese, invece, sono il Crystal Palace ed il Leicester di Ranieri, appaiate al quarto posto.

Per maggiori informazioni sul campionato inglese www.sky.it/abbonarsi/offerta/premier-league.html